Il governo olandese ha riservato tre aree nel Mar del Nord per la costruzione di altre centrali eoliche che si andranno ad aggiungere alle cinque già pianificate.

Uno dei tre parchi si troverà a 56km a Nord dell’Isola di Wadden Sea di Schiermonnikoog, gli altri due saranno a circa 50km a largo delle coste di Petten e Ijmuiden nell’Olanda settentrionale, come mostrano i documenti del Ministro degli affari economici.

Con le nuove centrali saranno 7 i gigawatts di energia eolica prodotti entro il 2030, in aggiunta ai 4,5 già programmati.

Il Ministro degli affari economici Erik Wiebes sostiene che i nuovi impianti di energia rinnovabile saranno fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal nuovo accordo di coalizione del governo.  L’accordo dichiara che dal 2030, circa il 40% del consumo totale dell’energia dei Paesi Bassi dovrà provenire dalle turbine nel Mare del Nord.

I bandi d’appalto per le nuove centrali usciranno nel 2021 e i lavori verranno eseguiti tra il 2024 e il 2030, creando migliaia di posti di lavoro. L’investimento sarà tra i 15 e i 20 miliardi di euro.

All’inizio del mese il governo ha garantito la concessione del parco Hollandse Kust Zuid a Vattenfall, la società energetica svedese, madre del gruppo olandese Nuon.

Il progetto trentennale da un miliardo e mezzo sarebbe il primo parco eolico in mare non sovvenzionato.