82 cittadini salvadoregni che avevano chiesto asilo in Belgio sono stati espulsi ieri, nell’ambito della prima ondata rimpatri volontari organizzati dal nuovo capo della migrazione belga.

Il segretario di Stato federale per l’asilo e la migrazione Sammy Mahdi ha annunciato che un volo charter con a bordo 77 salvadoregni è partito giovedì dal Belgio.

Mahdi ha affermato che i richiedenti asilo “non avevano diritto alla residenza in Belgio” e ha detto che la loro partenza è stata organizzata in collaborazione con le autorità salvadoregne e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM), scrive Het Laatste Nieuws.

Il charter è stato il primo organizzato dal 2016, dice Mahdi, che vuole raddoppiare il numero di espulsioni dal Belgio, di migranti senza documenti. “El Salvador è tra i primi 5 paesi per le domande di protezione internazionale ricevute nel 2020”, ha detto Mahdi in una dichiarazione online.

L’anno scorso, su 1.369 richieste d’asilo presentate da salvadoregni, solo 120 sono state accolte.