Author pic: Marvin Mutz Source: Wikipedia License: Naamsvermelding-Gelijk delen 2.0 Unported

Corendon non intende restituire il denaro dei viaggi prenotati ma si limiterà ad emettere un voucher, dice il tour operator olandese, distanziandosi dalla decisione di KLM che ricomincerà a rispettare la normativa UE che offre ai consumatori la possibilità di scegliere se optare per un voucher o per il rimborso. Secondo WNL, il portavoce del tour operator sostiene che se rispettasse la legge, finirebbe in bancarotta, ha affermato il CEO di Corendon Steven van der Heijden a Goedemorgen Nederland.

KLM, che ha recentemente ricevuto aiuti di stato dal governo olandese, ha annunciato oggi che i clienti hanno la possibilità di chiedere il rimborso in risposta alla presa di posizione della Commissione europea.

Se rimborsassero tutti i viaggi, ha detto il CEO di Corendon, falliremmo in pochi giorni. Tuttavia, ha dovuto ammettere che i consumatori che portassero in tribunale la questione, avrebbero ragione.  Il CEO di Corendon è soddisfatto della linea di Mark Rutte: la Commissione ha ritirato la minaccia di infrazione, quindi, benchè illegale, rifiutare il rimborso non avrà conseguenze.