NS sta potenziando il servizio clienti perché i viaggiatori chiedono in gran numero rimborsi per le conseguenze dello sciopero, dice NS.

Oggi quasi tutto il traffico ferroviario è sospeso a causa di uno sciopero e di conseguenza, i passeggeri sono in ritardo o devono deviare su mezzi di trasporto alternativi. I costi per questo disagio possono essere richiesti a NS, dice NOS.

Per i rimborsi ci vorrà più di un mese, dice NS: a causa degli scioperi il sistema è sovraccarico e l’elaborazione delle domande richiede tempo. “Questo anche perché devi fornire prova di aver sostenuto dei costi per il trasporto sostitutivo; tutto deve essere verificato”.

Un portavoce di NS afferma che la pagina con i risarcimenti per lo sciopero è “sicuramente piaciuta”.

La compagnia ha in vigore uno schema con due sistemi di rimborso:

– GTBV

– Contributo alle spese di trasporto sostitutivo con un massimo di 25 euro a persona al giorno
ovvero 0,19 centesimi di euro al chilometro (anche con un massimo di 25 euro).

Sabato i sindacati e il vettore  discuteranno nuovamente del contratto collettivo di lavoro. Se ancora non riusciranno a trovare una soluzione, martedì e giovedì seguiranno altre agitazioni.