NL

NL

Rijks e Amsterdam Museum dovranno restituire opere agli eredi di una donna ebrea

Source : wikimedia https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/0b/Rijksmuseum_Amsterdam.jpg/800px-Rijksmuseum_Amsterdam.jpg Autore: Markus Würfel License: (CC BY-SA 3.0) https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en

Il Rijksmuseum e l’Amsterdam Museum devono restituire  quattro preziosi capolavori, saliere seicentesche dell’artista Johannes Lutma, ai parenti dell’ebrea tedesca Emma Budge (1852-1937): le opere d’arte furono messe all’asta a Berlino nel 1937, poco dopo la sua morte e contro la sua ultima volontà, dice AT5.

“Dopo che i nazisti salirono al potere in Germania, Budge fece redigere una serie di testamenti riguardo alla destinazione e alla vendita della sua collezione d’arte. Gli esecutori testamentari ebrei da lei nominati non furono in grado di attuare le sue volonta’ dopo la sua morte nel 1937”, ha detto il giudice Comitato consultivo per le domande di restituzione dei beni culturali della seconda guerra mondiale (Adviescommissie Restitutieverzoeken Cultuurgoederen en Tweede Wereldoorlog).

Attraverso diversi passaggi di proprietà nel 1960, le quattro saliere finirono alla casa d’aste Frederik Muller, dove furono acquistate dal comune di Amsterdam. Alcuni furono venduti allo Stato per il Rijksmuseum. Al Museo di Amsterdam è stata affidata la gestione dell’altra coppia di saliere di proprietà del comune. 

SHARE

Altri articoli