Le immagini di un visitatore scaraventato a terra all’ingresso del Rijmuseum dal personale della security, ha fatto il giro della rete. Il clip, filmato dal giornalista Bert Brussen, ritrae un uomo, apparentemente privo di sensi, probabilmente sui 30 anni, circondato dalla sicurezza del museo. Mentre il giornalista chiedeva spiegazioni a proposito del loro comportamento operatori della security, l’uomo si è alzato ed è scappato via.

Il Rijkmuseum, sentito dal Telegraaf, ha ritenuto corretto il comportamento dei suoi uomini. Secondo l’ufficio stampa, il visitatore, senza tetto e con disturbi mentali, avrebbe iniziato a dare in escandescenza nella struttura, costringendo la sicurezza ad intervenire. Dopo aver inizialmente acconsentito a farsi scortare fuori, li avrebbe poi aggrediti obbligandoli, dice il comunicato, ad usare la forza. Il museo nega che l’uomo sia svenuto; secondo loro, sarebbe scivolato senza perdere i sensi.

Ma la versione del giornalista, che ha filmato i momenti finali della vicenda, è diametralmente opposta: secondo lui, infatti, la vigilanza avrebbe scaraventato il visitatore all’ingresso, ignorando le sue condizioni di salute; Brussen, infatti, insiste sul fatto che l’uomo abbia perso i sensi.