The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

VLUCHTELINGEN

Rifugiati, l’Olanda espelle in Sudan un membro di “We Are Here”

Nonostante il presidente-dittatore sia ricercato dalla Corte Penale di Den Haag, il governo continua ad espellere richiedenti asilo nel paese africano



‘We Are Here Here’, il gruppo di richiedenti asilo che risiede ad Amsterdam, ha lanciato un appello per impedire l’espulsione di uno dei membri del collettivo, il sudanese Ezzedine Rahmatalah.

I cittadini sudanesi sarebbero in grave pericolo se rimpatriati, scrive We Are Here in un comunicato stampa. Il timore è che verrà torturato e ucciso. Amnesty International sta indagando sul caso.

Ezzedine viene dal Darfur, una zona di conflitto in Sudan. L’attuale clima politico nel paese è incandescente: da dicembre si susseguono le proteste represse dal governo del dittatore Omar Al-Bashir.

Il presidente sudanese, tra l’altro, è ricercato proprio dalla Corte Penale Internazionale de l’Aja per crimini contro l’umanità.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!