Rifugiati, Gláucio e Márcia possono restare, ma il padre no

I due giovani di origine Angolana Gláucio (13) e Márcia (18) possono rimanere in Olanda, secondo quanto confermato dal Ministero di Sicurezza e Giustizia alla ONG Defence for Children.

Per NOS i due, che venerdì scorso erano stati arrestati e portati al centro per migranti di Zeist, sono stati trasferiti in una casa-famiglia (gezinslocatie) a Gilze, dopo il rilascio di un permesso di soggiorno.

Il padre però, sebbene una corte olandese abbia dichiarato il “non luogo a procedere” in merito al coinvolgimento in crimini di guerra, verrà deportato in Angola il prossimo venerdì.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli