Ridurre la velocità sulle strade olandesi sembra davvero la soluzione più immediata per poter ridurre le emissioni e sbloccare i cantieri. Questo pensa l’esecutivo e fonti del portale RTL Nieuws,stanno esaminando diverse varianti per poter rendere il progetto effettivo.

Il governo non si sbilancia ma RTL sembra ben convinto che la strada sia questa.

Oltre alle misure del traffico, Schouten pensa anche a misure per agricoltura e industria, avrebbero detto le stesse fonti governative.

La domanda è se una riduzione di velocità possa davvero offrire un beneficio sufficiente a ridurre le emissioni di monossido di azoto. Il traffico contribuisce al 6,1% annuo alle emissioni, secondo i dati di RIVM. Per fare un confronto: l’agricoltura contribuisce per il 46 percento, scrive ancora RTL.

Una riduzione del limite di velocità da 130 km/h a 100km/h avrebbe, effettivamente, solo un beneficio parziale. Secondo un esperto sentito dal canale tv olandese, calerebbe solo il 4% delle emissioni.

Se venissero introdotte domeniche senza auto, l’effetto sarebbe più o meno lo stesso. GroenLinks e ChristenUnie hanno indicato in precedenza che vorrebbero introdurre una domenica al mese senza auto. Ma secondo fonti dell’Aia questa variante non viene neanche tenuta in considerazione.