NL

NL

Ridateci i soldi: casinò online illegali costretti a risarcire giocatori. Rischio effetto valanga

In due casi diversi la Corte di giustizia dell’Overijssel a dato ragione ai giocatori che richiedevano il rimborso dei soldi persi dai provider di giochi d’azzardo online: si tratta di centinaia di migliaia di euro persi prima di ottobre 2021, quando è stata legalizzata la piattaforma di gioco online, dice NOS.

Le conseguenze potrebbero essere significative: i provider illegali hanno probabilmente guadagnato miliardi nel periodo precedente la legalizzazione del gioco d’azzardo online e c’è la possibilità che una parte di questi guadagni debba essere restituita ad altri giocatori che si rivolgono alla magistratura. “Il potenziale dirompente è un eufemismo”, ha dichiarato l’avvocato Benzi Loonstein, rappresentante dei due giocatori, riguardo alle sentenze.

Secondo i giudici, le aziende coinvolte, Bwin e Pokerstars, non avevano una licenza per offrire giochi d’azzardo in Olanda, rendendo di conseguenza nulle le transazioni tra fornitore e giocatore. Nel primo caso si parla di quasi 188.000 euro, mentre nell’altro di oltre 231.000 dollari più 400 euro che le aziende devono rimborsare.

In passato, i giudici avevano emesso sentenze simili a favore dei giocatori, ma in quei casi i provider non si erano presentati e non c’erano avvocati a difenderli. Questa volta la situazione è stata diversa, ma i giudici hanno respinto le obiezioni delle aziende.

Secondo i casinò, il gioco d’azzardo illegale su Internet, prima della legalizzazione del 2021, veniva di fatto tollerato e quindi i provider non avrebbero dovuto essere ritenuti responsabili. Tuttavia, secondo il giudice, non c’è stata affatto tolleranza; l’autorità di regolamentazione ha infatti inflitto diverse multe durante quel periodo.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli