NL

NL

Ricoveri Covid, spazio limitato in terapia intensiva in Olanda: solo 100 letti disponibili

Se gli ospedali tornano alla “normalità” e quindi non aumentano le cure regolari, solo un centinaio di pazienti Covid avrà spazio in terapia intensiva (IC). Questo è ciò che dice il medico di terapia intensiva Diederik Gommers in una conversazione con NU.nl. Se più pazienti con Covid avessero successivamente bisogno di terapia intensiva, allora le cure regolari dovranno essere ridimensionate di nuovo.

Durante le vacanze estive, la capacità IC viene ridotta dal 15 al 20% ma i Paesi Bassi hanno normalmente 950 posti letto: questo era il numero  nel gennaio 2020, poco prima della pandemia.

Di questi, quasi 1.000 posti letto, una media del 70% (665) è stata occupata nel 2019. Inoltre, 200 letti devono sempre rimanere disponibili: si tratta di posti che devono servire per le emergenze quali la rianimazione oppure per le vittime di incidenti stradali.

Il problema, dice Gommers a NU, è la carenza di personale IC per aumentare il numero di posti letto. Se sono necessari letti aggiuntivi, viene deviato il personale da altri reparti ma questa, naturalmente, non è una soluzione strutturale. Le strutture ospedaliere-universitarie stanno lavorando duramente al reclutamento di nuovi medici ma i tempi per la formazione non sono brevi.

Non può fare una stima esatta di quanti letti saranno necessari quando tutte le misure verranno rimosse: “Non sappiamo mai con esattezza se qualcosa accade davvero. A giugno abbiamo anche pensato che potevamo eliminare le misure, ma è andata male’.

Per ora, tuttavia, la pressione sugli ospedali rimane alta.

SHARE

Altri articoli