KurdeEzidi, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La Kamer olandese sostiene in modo schiacciante la mozione CDA che riconosce i crimini dell’ ISIS come genocidio contro la popolazione yazida e crimini contro l’umanità. La mozione sarà votata martedì prossimo, dice NOS.

Il genocidio non è stato ancora riconosciuto dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite o da un tribunale internazionale. Tuttavia, una squadra investigativa ONU è già giunta a tale conclusione. Durante il dibattito parlamentare sul portare una donna IS nei Paesi Bassi, la ministra degli Esteri uscente Kaag ha affermato che i Paesi Bassi sono impegnati nel riconoscimento internazionale del genocidio.

Il Parlamento europeo, l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa e la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, tra gli altri, hanno descritto le atrocità dell’IS contro gli yazidi, i cristiani e altre minoranze come crimini contro l’umanità e genocidio. Con la mozione, anche la Kamer vuole lanciare un segnale del genere e aumentare la pressione internazionale.

Il 3 agosto 2014, il gruppo terroristico dello Stato Islamico ha iniziato a espellere centinaia di migliaia di yazidi dalle loro terre d’origine nel nord dell’Iraq: molte migliaia furono rapite e uccise. Le donne dell’ISIS hanno svolto un ruolo centrale nel perpetrare i crimini.

Nel febbraio di quest’anno si è tenuto il primo funerale di massa delle vittime identificate, conclude NOS.