NL

NL

“Revival degli anni ’90”: gli olandesi hanno scoperto la ketamina. Boom di sequestri

L’importazione di ketamina nei Paesi Bassi è alle stelle. L’anno scorso i funzionari delle dogane hanno sequestrato 800 chilogrammi della droga, un anestetico per cavalli, un aumento rispetto ai soli 2,6 chilogrammi del 2016, riporta NOS sulla base delle cifre richieste.

La ketamina fu usata per la prima volta nella guerra del Vietnam. I veterinari e gli anestesisti negli ospedali lo usano ancora oggi. Apparve per la prima volta come droga da festa nella scena underground degli anni ’90. La popolarità della ketamina, o keta come viene comunemente chiamata, come droga sta aumentando nei Paesi Bassi, secondo il monitoraggio annuale da parte di Trimbos. Tuttavia non è ancora popolare come cocaina o ecstasy.

Poiché la ketamina viene utilizzata anche per ragioni mediche, non rientra nell’Opium Act. “È visto come un tipo relativamente sicuro di droga da commerciare perché rientra nella legge sulle medicine”, una persona coinvolta nel mercato nero ha detto a NOS. “Si può notare che le persone che prima hanno guadagnato i loro soldi in altri commerci ora stanno passando al mercato di keta perché è relativamente sicuro”.

“La roba arriva attraverso i porti di Rotterdam e Amsterdam”, continua il contatto anonimo dell’emittente. “Ma non è limitato al solo mercato olandese: siamo, proprio come per altre sostanze, un paese di transito”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli