Dwight Burdette, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

L’operatore della rete ad alta tensione Tennet afferma che sono state aggiunte nuove aree in cui la rete elettrica è quasi piena. Le aziende e le organizzazioni che vogliono espandere una connessione o aprirne una nuova verranno messe in lista d’attesa, dice NOS.

Il picco sarebbe in un’area intorno al porto di Rotterdam, Goeree-Overflakkee, Flevopolder, Gelderland, Drenthe e Utrecht.   Inoltre, Tennet vede una rapida crescita della diffusione di pannelli solari a Groningen, Drenthe e Overijssel.  In entrambi i casi si tratta di grandi consumatori o fornitori di energia ma in rete c’è ancora spazio per le case.

A causa degli alti prezzi del gas, molte organizzazioni vogliono sbarazzarsi del gas più rapidamente, afferma Tennet. Anche il numero di parchi eolici e solari sta crescendo senza sosta: Tennet ora ha più di 40 gigawatt di nuove domande di allaccio, ossia  quattro volte il consumo attuale di tutti i Paesi Bassi in un giorno normale.

Nei prossimi dieci anni Tennet investirà 13 miliardi nel rafforzamento della rete ad alta tensione ma dato che ciò non sta accadendo abbastanza velocemente lobiettivo rimane di'”evitare l’ora di punta” in tutti i Paesi Bassi che in pratica vuol dire: gli utenti concordano con Tennet di consumare o generare elettricità in un momento diverso, ad esempio uno stabilimento produce meno durante la settimana e di più durante il fine settimana, quando la domanda di elettricità è inferiore. Le aziende che partecipano riceveranno un indennizzo Tennet.

In questo modo, sono stati creati 1,7 gigawatt di spazio extra sulla rete nel Limburgo e nel Brabante, ossia dieci volte la produzione di Maastricht. A Rotterdam, la rete industriale sta per raggiungere la massima capacita’.