La qualità dell’aria in Olanda è pessima; non solo non rispetta i parametri UE ma pone un serio rischio per la salute dei residenti. Questo il succo di un rapporto pubblicato dall’organizzazione ambientalista Milieu Defensie, che ha monitorato per l’intero 2015 i livelli di diossido di azoto presenti nell’atmosfera delle città olandesi. Amsterdam, Maastricht e Rotterdam supererebbero ampiamente i livelli consentiti dai regolamenti europei, esponendo la popolazione, dice Milieu Defensie, a rischi eccessivi.

Il problema non è nuovo: la Commissione europea aveva chiesto nel 2015 ai Paesi Bassi di adeguarsi agli standard continentali ma secondo i rilevamenti degli ambientalisti, sarebbero 11 su 60 i siti che sforerebbero il tetto.

Una portavoce di Milieu Defensie, ha detto all’emittente BNR che i limiti imposti dall’UE porrebbero già deboli barriere e che l’inquinamento è tra le tre cause di decesso nei Paesi Bassi. Secondo l’attivista, la riduzione del numero di auto e gli sforzi per migliorare il trasporto pubblico e quello su due ruote, sarebbero tra le misure da implementare con la massima urgenza.

Nonostante il quadro poco roseo, non tutto va a rotoli: se la capitale, Rotterdam e Maastricht vengono bocciate senza appello, “maglia verde” ad Utrecht dove al contrario, le emissioni sarebbero al di sotto della soglia UE. Merito tra l’altro, dicono gli ambientalisti, del divieto di circolazione imposto dal comune alle vecchie auto diesel.