La regione di Bruxelles avvierà un nuovo sistema di pedaggio dal 2022. Si chiama SmartMove. Lo ha scritto il giornale belga L’Echo.

Il sistema, messo a punto dagli uffici regionali per l’ambiente e per le tasse, andrà in vigore nel 2022. Si tratta di un sistema a chilometro. Il pedaggio fisso sarà uguale per tutti, con una somma aggiuntiva in base ai chilometri percorsi.

La stima delle entrate grazie a questo sistema è mezzo miliardo di euro all’anno. Le casse cittadine, tuttavia, dovranno togliere a questo introito i costi operativi e l’abolizione delle attuali tariffe.

Sempre secondo l’indagine de L’Echo, la tassa fissa sarà 1 euro nelle ore di punta (dalle 7 alle 10 e dalle 15 alle 19). Per le ore centrali, 50 centesimi. Questa cifra verrà moltiplicata per il fattore “cavalli” (fiscal horsepower) calcolato in base alla potenza dell’auto. La formula matematica del fattore considera le dimensioni dei cilindri: le auto più grandi pagheranno di più.

In base ai calcoli di The Bulletin, un’auto molto grande pagherebbe 6 euro nelle ore di punta. un’auto media circa 2 o 3 euro.

Ma non c’è solo la tassa fissa. Per ogni chilometro percorso nell’ora di punta verranno aggiunti al pedaggio 18 centesimi. Nove nelle altre ore della giornata e nessuna aggiunta nel weekend e dopo le 19.

Per chi visita la regione di Bruxelles per un giorno solo, il pedaggio consisterà in un pass giornaliero tra i 10 e i 20 euro. Anche coloro che non vogliono dare i propri dati tramite GPS potranno acquistare il pass.

SmartMove avrà una app e un numero elettronico di riconoscimento targa  (ANPR). La app registrerà le distanze percorse e servirà a pagare il pedaggio. Il numero di identificazione servirà solo come strumento di controllo.

Il progetto SmartMove è pronto per essere messo in funzione: ora il governo della regione di Bruxelles deve decidere se approvarlo.