Il governo può giocare un ruolo determinante nella questione se vi sia un referendum sulla legge sui donatori. GeenStijl ha lanciato una raccolta di firme per chiedere agli elettori se siano favorevoli o no. 

Secondo l’editore di GeenStijl, Bart Nijman, la legge sulla donazione di organi è un argomento perfetto per una consultazione referendaria perchè è un tema etico e riguarda tutti. Anzi, ha detto a NOS, potrebbe avere l’effetto di incrementare il numero di donatori di organi.

I promotori hanno di tempo fino alla fine di questo mese per raccogliere 10.000 firme per una “richiesta introduttiva”. Se raggiungeranno quel numero e otterranno il via libera dal Raad van State, il Consiglio di stato, a quel punto ci saranno sei settimane di tempo per raccogliere le 300.000 firme necessarie per convocare la consultazione.

Nel frattempo, il governo continua i suoi sforzi per abolire il referendum consultivo. La Tweed Kamer ha già votato si all’eliminazione dello strumento referendario e il Senato dovrebbe presto mettere fine alla breve storia delle consultazioni popolari in Olanda ma il testo non è ancora pronto e la discussione avverrà a giugno.

La decisione, a questo punto, è in mano all’esecutivo: se la promulgazione dovesse avvenire prima di Giugno, non ci sarà alcun referendum.