In una risoluzione votata giovedì, il Parlamento europeo ha minacciato di non approvare l’accordo raggiunto dagli Stati membrisul bilancio dell’UE se non verrà migliorato e diversi tagli non dovessero rientrare. L’eurocamera aveva già annunciato di voler dare battaglia, quando è stato chiaro che i fondi per la ricerca sarebbero stati pesantemente ridimensionati, così come il piano per l’ambiente.

Il Parlamento dovrà votare entro la fine dell’anno il bilancio UE per il periodo 2021-2027. Nel testo, adottato giovedì con 465 voti a favore il Parlamento “sfida” questo bilancio “nella sua forma attuale” e avverte che è pronto a respingerlo finchè la Commissione non interverrà sui nodi che verranno sollevati dai parlamentari.

L’UE-27 ha dato il via libera martedì, dopo un dibattito fiume durato tutto il weekend, ad approvare l’erogazione di un prestito congiunto di proporzioni mai viste prima,  che la Commissione europea dovrebbe sottoscrivere sui mercati finanziari, per ridistribuire il denaro sotto forma di sovvenzioni e prestiti ai paesi e settori maggiormente colpiti dalla crisi.