The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

POLITICS

Rutte annuncia: nessun governo con Wilders. Aumentano i veti incrociati tra i partiti

Con il no del premier al PVV, si complica lo scacchiere politico olandese



Il VVD esclude qualunque collaborazione con il PVV, a sostenerlo il premier Mark Rutte al programma Buitenhof che indica la strada del suo partito dopo le elezioni di marzo. Rutte ha detto che la “probabilità dei due partiti di collaborare non è 0.1, ma 0%”. Il partito del premier era stato il solo, fino ad ora, a non aver chiuso del tutto ad alleanze con il partito islamofobo. Wilders non ha preso bene le affermazioni di Rutte; in un’intervista al Telegraaf ha accusato il primo ministro di “l’arroganza”, avendo scelto di voltare le spalle ad un movimento che rappresenta milioni di elettori. Wilders si aspetta “più immigrazione, più Unione Europea, tasse ambientali più alte e più l’Islam”.

Per Rutte sarebbero tre le ragioni principali che impediscono al VVD di collaborare con Wilders: la fallita esperienza di governo del 2012, le posizioni in economia, e la dichiarazione “minder, minder, minder marokkanen” (meno, meno, meno marocchini) costata al leader islamofobo una condanna per istigazione all’odio.

“Ciò non significa chiudere la porta agli elettori del PVV”, il primo ministro aggiungendo di voler parlare a quelli che definisce “elettori onesti” del partito islamofobo ai quali Rutte vorrebbe mostrare la prospettiva del VVD sui temi affrontati da Wilders.

Con il no del premier al PVV, si complica il già complesso scacchiere politico olandese: il partito anti-musulmani è infatti primo nei sondaggi e un’eventuale vittoria alle prossime elezioni, renderebbe difficoltosa la formazione di un gabinetto di governo.

Sabato, inoltre, l’SP ha messo il veto ad un’eventuale coalizione con il partito di Rutte: il partito socialista è la seconda formazione della sinistra e il suo no ad una coalizione con il VVD riduce ulteriormente le combinazioni possibili.

 



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!