Nei media argentini, la regina Máxima è accusata di evasione fiscale. Secondo il sito “El Cohete a la Luna”, Máxima non dichiara al fisco il reale valore dei suoi averi in Patagonia, ad ovest dell’Argentina. I parlamentari olandesi si aspettano una spiegazione da parte del primo ministro Mark Rutte, dice AD.

Dieci anni fa Máxima e Willem-Alexander, all’epoca principe dei Paesi Bassi, acquistarono terreni a Rio Negro. Secondo il sito, la coppia reale non ha mai dichiarato i lavori svolti nelle proprietà immobiliari di quei terreni,  con un danno per l’erario argentino. Secondo il sito, gli abbienti proprietari di terreni a Rio Negro non dichiarano mai i lavori svolti negli edifici ai sevizi fiscali.

Il parlamento olandese chiede una spiegazione: “vediamo che le persone più ricche cercano in tutti i modi di contribuire il meno possibile nella società. La nostra famiglia reale non dovrebbe far parte di quella cerchia, ma piuttosto dare il buon esempio. Chiedo quindi un immediata spiegazione su cosa sta succedendo, al primo ministro Rutte”, ha detto al giornale il parlamentare del PvdA, Attje Kuiken. Joost Sneller del D66 ha detto: “sono persone con un ruolo centrale. Credo sia importante chiarire”.

Il servizio di informazione governativo Rijksvoorlichtingsdienst rispetto alle accuse del sito argentino, non è stato in grado di fornire un’immediata risposta al giornale AD.