Photo: screenshot video PBV

Un video che circola in rete ha causato un duello tra sostenitori del diritto alla casa e difensori del diritto assoluto di proprietà: nelle immagini si vede un uomo, Sander Schell, proprietario della società IMRO Vastgoed, che avrebbe nel portfolio quasi 100 immobili, mentre sfonda una finestra con un blocco di cemento ed entra in una casa di sua proprieta a Tamboerstraat a Rotterdam. Sullo sfondo si sentono voci femminili che gridano.

Le occupanti, cinque giovani tra i 17 e 18 anni, sono fuggite dall’immobile che stando a Rijnmond, avevano occupato il 20 luglio.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by BPW Rotterdam (@bpw_rdam)

Secondo il portale di R’dam, le due versioni dell’accaduto sono contrastanti: se il proprietario sostiene di aver agito per tutelare i diritti sulla sua proprietà, che stando a lui non era abbandonata da anni come dicono le ragazze, queste dicono il contrario e invocano il diritto alla “quiete casalinga” che la legge garantisce anche agli occupanti, in attesa di un procedimento di sgombero.

Nonostante dal 2010 in Olanda sia reato occupare edifici abbandonati, la legge assicura ancora un certo livello di tutela a chi occupa: i krakers, insomma, non possono essere cacciati con violenza o minacce e in realtà, anche la polizia può fare poco senza una sentenza.