Un agente che ha informato i vertici della polizia di Rotterdam sulle dichiarazioni razziste fatte dai colleghi dei gruppi Whatsapp è stato vittima di bullismo da parte dei suoi colleghi, scrive NRC.

Gli agenti accusati e quello che li ha denunciati, facevano parte di un gruppo app in cui sono state rese dichiarazioni altamente discriminatorie. Quando si è scoperto che il poliziotto, di minoranze etniche,  aveva segnalato questi messaggi, ha subito una vera e propria aggressione dai colleghi, dice il giornale di R’dam. Secondo i colleghi era un traditore.

Si dice che il capo della polizia di Rotterdam Fred Westerbeke sia stato informato dell’aggressione contro l’informatore nel dicembre dello scorso anno.

L’informatore era un agente di polizia locale presso la stazione di polizia di Marconiplein, ma ora è stato trasferito alla polizia nazionale, dice NRC. Il mese scorso, Westerbeke ha detto ad NRC che gli agenti che hanno tenuto conversazion razziste, discriminatorie e sessiste avevano ricevuto da lui una leggera sanzione disciplinare. L’OM ha avviato un’indagine nell’estate dello scorso anno.