L’anno scorso, nel porto di Rotterdam, è stata intercettata cocaina dal valore  di oltre 5 miliardi di euro. Una collaborazione tra la dogana, FIOD – la Guardia di Finanza NL-, la polizia portuale e il pubblico ministero a Rotterdam hanno permesso di ritrovare 70.571 chili di cocaina in diverse spedizioni, il 74% in più rispetto al 2020. Si tratta di un nuovo record di sequestri di droga. Il record precedente, dal 2020, era di oltre 40.000 chili.

Altrove nel Paese, le autorità di Rotterdam hanno contribuito all’intercettazione di altri 2.156 kg di cocaina.

Il nucleo HARC ha arrestato 62 sospetti per trasporto di droga e ha avviato 194 indagini penali e hanno inoltre arrestato 400 riminali incaricati di estrarre la droga da vari contenitori. Solo a settembre, sono stati arrestati 110 “estrattori” nell’area portuale in sole due settimane.

L’OM si è detto soddisfatto della nuova legge sugli estrattori entrata in vigore il 1° gennaio: chiunque venga trovato in un’area del porto dove non potrebbe essere o negli aeroporti olandesi può essere condannato a un massimo di due anni di reclusione. Le autorità sperano che “la nuova legge abbia un effetto deterrente”.

La panoramica annuale del team HARC mostra anche che i contenitori-frigo per le banane sono popolari per il trasporto di droga.  Oltre alla cocaina, sono stati sequestrati: 1000 kg di DMT e 1.500 kg di eroina. Secondo l’OM, ​​questo è stato il più grande sequerstro di eroina mai avvenuto nei Paesi Bassi..

Nell’intero 2021, infine, sono state scoperte 22 partite di cocaina superiori a 1.000 chili.