Gli agenti di polizia che si sentono discriminati sul lavoro possono d’ora in poi segnalarlo al Gezamenlijk Meldpunt Discriminatie, un centro per le denunce. I sindacati di polizia NPB, ACP, ANPV ed Equipe hanno istituito una hotline per fare un inventario di quanto sia diffusa la discriminazione all’interno delle forze armate e se si sta facendo abbastanza per sradicarla.

Le associazioni chiedono agli agenti di polizia di denunciare sempre gli abusi, anche se non sono stati loro stessi vittime, ma hanno visto qualcun altro subire discriminazioni.

In risposta, tra l’altro, al documentario  De blauwe familie, la direzione delle forze di polizia ha deciso di adottare un approccio più rigoroso al razzismo e alla discriminazione e di punire più spesso le persone che ne sono colpevoli e, se necessario, di licenziarle. Nel documentario, gli agenti di polizia raccontano come sono diventati vittime di esclusione, razzismo e discriminazione e come sono stati vittime di bullismo.

È stato ora nominato un coordinatore nazionale per contrastare gli abusi e verranno pubblicati manuali per i dirigenti in materia di prevenzione, identificazione e gestione delle persone che segnalano reclami.

Secondo la polizia, il personale che si trova ad affrontare abusi può riferire ciò a superiori, consulenti riservati o al difensore civico nazionale. È stata inoltre avviata una linea di ascolto per il personale di polizia e i loro familiari.