Le agenzie interinali Ranstad e Tempo-Team stanno obbligando i propri impiegati a frequentare un corso contro la discriminazione.

È una delle misure adottate da Randstad Olanda dopo che il programma televisivo Radar, lo scorso mese,  avrebbe rivelato che le agenzie di collocamento sarebbero disposte a selezioni razziste degli impiegati su richiesta dei clienti. Radar si è finto un call center in cerca di personale richiedendo alle agenzie lavoratori che non fossero turchi, surinamesi o marocchini. Quasi la metà delle agenzie coinvolte si è resa disponibile a questo tipo di discriminazione violando le Pari Opportunità.

Randstad Olanda si è detta allibita dall’indagine di Radar e immediatamente ha preso misure anti-razziste. “Le discriminazioni non devono esistere nella nostra organizzazione. Di fronte a richieste simili gli impiegati devono semplicemente dire di ‘No’” racconta un porta voce.

Randstad Olanda, oltre ad aver spedito tutto lo staff a questi corsi, si aiuterà con “clienti fasulli” per mettere alla prova gli impiegati di fronte alle richieste razziste. La compagnia si assicurerà anche che i corsi online contengano esempi riconoscibili di situazioni simili.