Continuano in Olanda gli episodio di razzismo contro cinesi per il coronavirus: una donna olandese-cinese di 24 anni è stata aggredita e picchiata da un gruppo di bulli in ascensore, sulla strada verso la sua residenza studentesca a Tilburg. Il gruppo le canticchiava dietro cantilene sul coronavirus, lei ha reagito ed ora Cindy, questo il suo nome, si trova con una commozione cerebrale e diversi tagli, ha detto a RTL News.

L’incidente è avvenuto sabato sera, dice RTL Nieuws. Il gruppo ha iniziato a cantare la canzone di Radio 10 Prevenire è meglio dei cinesi”, uno spot-sfottò che è costato alla radio una dura condanna e scuse pubbliche.

Cindy si sarebbe girata verso di loro, dicendo che la cantilena è discriminatoria. “Ho chiesto al gruppo di smetterlai. Ma poi all’improvviso qualcosa è sfuggito di mano: mi hanno spinto e ciò che ricordo è di essermi svegliata sul pavimento”, ha detto all’emittente. “Ho una commozione cerebrale, un bernoccolo in testa e probabilmente con un coltello mi hanno ferito sul petto e sullo stomaco. Hanno detto che volevano sradicare il coronavirus.” L’incidente è stato denunciato alla polizia che ha confermato all’emittente di aver raccolto una denuncia per aggressione e minacce che corrisponde a quella del racconto.

Cindy è sorpresa che un commento sulla canzone abbia portato all’aggressione. “Spero che questi ragazzi siano pentiti per ciò che hanno fatto.”, ha detto. “Voglio parlare con loro. Questo è solo odio e non capisco da dove venga.”, ha detto ad RTL.

“La canzone è molto triste. Vedo cosa sta facendo il virus ai cinesi: gli affari stanno andando male e la faccenda fomenta il razzismo”, ha detto Cindy. Da quando è esplosa la questione coronavirus, c’è stata un’escalation di aggressioni contro asiatici e cittadini di origini asiatiche in Olanda.