Il Monumento Nazionale in piazza Dam è sotto ristrutturazione e la punta, un pilastro di 1.000Kg, è stata sostituita lo scorso lunedì. Questo vuol dire che i lavori sono quasi giunti al termine.

“Vogliamo restituire il monumento alla città prima di Natale”, ha affermato il responsabile del progetto Merel Peppelenbosch, come si può leggere sul Archidat Bouwformatie.

I lavori, iniziati a maggio, dureranno in totale oltre sette mesi. Tutti gli elementi del monumento, dai 198 blocchi di pietra naturale del pilastro centrale, ai 123 blocchi dell’urna e ai 48 piedistalli delle statue dei leoni, sono stati smantellati e ispezionati dall’azienda specializzata di Winterswijk. Tutto è stato ripulito e, dove necessario, riparato.

Il memoriale è realizzato in travertino italiano, calcare sensibile agli agenti atmosferici e deve essere ben curato. Per questo motivo, oltre ad una pulizia annuale, il monumento viene sottoposto a un’accurata manutenzione ogni 25 anni, come accaduto di recente nel 1997.

Durante gli attuali lavori ogni blocco è stato accuratamente documentato, in modo che in futuro sia chiaro esattamente cosa è cambiato dall’ultimo ciclo di manutenzione. L’intero processo è costato circa 2 milioni di euro.

Il Monumento Nazionale in Piazza Dam dello scultore John Rädecker e dell’architetto Jacobus Oud risale al 1956. Fu eretto in memoria dei caduti della seconda guerra mondiale ed è il luogo in cui si tiene la cerimonia della Giornata nazionale della memoria ogni anno il 4 maggio.