Gli attivisti hanno sollecitato i consigli locali a limitare l’uso di stufe a legna e di vecchi veicoli per migliorare la qualità dell’aria.

L’associazione Longfonds sostiene che molte città olandesi superano largamente i limiti europei imposti per il biossido di azoto, nonostante l’introduzione di misure quali le “milieu zone” in cui i camion e auto diesel inquinanti non possono circolare.

L’associazione ha dichiarato che il traffico stradale produce il 13% di tutto il biossido di azoto nell’aria, mentre la combustione del legno è responsabile di un ulteriore 10%. Ha detto che i partiti locali dovrebbero riunirsi dopo le elezioni comunali del prossimo mese e implementare una serie di restrizioni più severe volte a ridurre l’esposizione delle persone al gas.

La ricerca ha rilevato che circa 12.000 persone all’anno muoiono prematuramente a causa della scarsa qualità dell’aria.

Anche l’associazione ambientalista Milieu Defensie lancia l’allarma: l’aria in Olanda non è buona. “L’aria è di pessima qualità ovunque nei Paesi Bassi”, scrive categorica l’associazione ” C’è troppa biossido di azoto in quell’aria. Una sostanza velenosa che può far molto male.”

Milieu Defensie ha realizzato una mappa che mostra zone compromesse ed altre a rischio (vedi la mappa)