WEB

WEB

“Pull a pig”, la ragazza in tv: ho denunciato perchè non accada ad altre. Il 21enne olandese: tutto falso, cerca attenzione dai media

Sophie Stevenson, la 24enne, originaria di Stoke-on-Trent, vittima -dice lei- di un “pull a pig” da Jesse Mateman, un coetaneo olandese, è andata a raccontare la sua storia in tv.

Al programma televisivo britannico, la ragazza ha descritto la vicenda come  una vacanza romantica diventata un incubo:  “Abbiamo trascorso ogni giorno insieme, siamo andati in spiaggia, ci siamo sentiti quando eravamo lontani”.

Dopo il ritorno da Barcellona, Sophie dice di aver continuato a chattare con lui ogni giorno e di aver parlato di una relazione a distanza. In quel momento i due hanno deciso che lei sarebbe andata a trovare Jesse ad Amsterdam.

Quando Sophie è arrivata, Jesse non c’era. “Ho provato a chiamarlo, ho provato a mandargli un messaggio, a sentire un suo amico, ma mi aveva già bloccato, il che mi è sembrato strano. Dopo circa 20 minuti mi sono fatta prendere dal panico”.

Sophie ha aspettato all’aeroporto per due ore e mezza, per poi capire che era uno scherzo, e dice : “Ho sentito squillare il mio telefono e la prima cosa che ho pensato è stata che fosse Jesse che mi diceva che era successo un disguido e stava arrivando, o qualcosa del genere, poi ho aperto il messaggio in cui c’era scritto: ‘You’ve been pigged, due emoticon di maiali, è stato tutto uno scherzo, due emoticon che ridono.”

Continua Sophie, “Ho risposto solamente: ‘Come puoi essere così crudele?’ e poi mi ha bloccato”. Questo è stato l’ultimo contatto che i due ragazzi hanno avuto.

Statement from Jesse Mateman's lawyer

Sophie non vuole che altre ragazze abbiano questa terribile esperienza umiliante. L’avvocato di Jesse ha dichiarato che il suo cliente nega di essere responsabile del “pull a pig” in questione. “Mateman nega tutto questo e dice di essere vittima lui stesso delle accuse della ragazza: egli sostiene che il messaggio che è stato diffuso sui social media non è stato scritto da lui”. Mateman sottolinea che hanno avuto una relazione di una notte mentre erano a Barcellona, ma non si sono più sentiti durante la vacanza”.

Jesse accusa Sophie di essersi inventata tutto, ma lei risponde che l’unica ragione per cui ha voluto raccontare l’accaduto è che non vuole che ciò succeda ad altre ragazze.

Sophie dice di aver ricevuto un grande supporto e sostegno da chi sta seguendo la vicenda.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli