Gli adolescenti di età compresa tra 12 e 18 anni coinvolti in atti di vandalismo ai danni di una stazione ferroviaria, in molti casi riceveranno una condanna obbligatoria per il servizio comunitario nel luogo in cui è stato commesso il crimine, dice NS.

“Speriamo che gli adolescenti pensino due volte prima di distruggere qualcosa, se sono più consapevoli dell’impatto che le loro azioni hanno sui lavoratori e sui viaggiatori di NS”, afferma la società di trasporti in un comunicato stampa. Se un adolescente viene condannato per un reato come il mancato acquisto di un biglietto o atti di vandalismo, può essere condannato dal giudice alla pulizia di ciò che ha imbrattato.

Questo rappresenta uno dei punti dell’accordo stipulato tra Child Protective Services (RvdK) e NS,  la prima grande organizzazione ferroviaria che collabora con l’agenzia per la protezione dei minori.

Herke Elbers, capo della RvdK, afferma che il programma potrebbe essere ulteriormente ampliato per includere altre aziende. “Vogliamo scoprire se anche altre organizzazioni sono aperte a questa idea”.