Photo: Olga Roszkowska / Protest against Shell “greenwashing” Festival Generation Discover 2019 in Rotterdam, AHOY

Il Comitato olandese di vigilanza sulla pubblicità ha ritenuto ingannevole la pubblictà di Shell per il festival per bambini Generation Discover del 2018. La commissione di appello del Comitato ha stabilito che la multinazionale ha indotto in errore i bambini di età compresa tra 8 e 14 anni, suggerendo che la sua tecnologia gas-to-liquid (GTL) avrebbe contribuito a un ambiente migliore e al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Il consiglio ha fortemente raccomandato a Shell di “non fare più campagne pubblicitarie in questo modo”.

La denuncia è stata presentata da Fossil Free Education e dal Public Interest Litigation Project (PILP), organizzazioni in prima linea contro la pubblicità ingannevole della multinazionale. “Gli obiettivi delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile non possono essere utilizzati in modo improprio per pubblicizzare i combustibili fossili”, dice in un comunitcato l’avvocato di PILP-NJCM.

“GTL è un combustibile fossile e pertanto non può mai essere sostenibile. La Commissione olandese si è pronunciata contro Shell per il suo greenwashing e il falso marketing per i bambini “, afferma Femke Sleegers di Fossil Free Education.

Shell avrebbe elogiato GTL come un’alternativa più pulita al diesel che “porta a un miglioramento della qualità dell’aria nella zona in cui viene utilizzato”. La commissione di ricorso ha dichiarato che questa affermazione è fuorviante.

“Nel complesso, GTL non può essere visto come un carburante più pulito del diesel”, secondo il Board. Per quanto riguarda l’affermazione di Shell secondo cui GTL contribuisce all’Obiettivo per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite 7, il Board ha dichiarato: “Il Board ritiene che non sia corretto presentare il carburante GTL come una forma di energia più pulita e più sostenibile nell’ambito di questo obiettivo”.