Hardscarf, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il governo nazionale e le province di Groningen e Friesland stanno investendo congiuntamente novanta milioni di euro in un sistema di sicurezza moderno e digitale per le linee ferroviarie settentrionali, dice RTV Noord.

Le due province saranno terreni di prova regionale per quei sistemi di sicurezza, scrive il portale.  Il Stientje van Veldhoven (D66) sottosegretario uscente alle Infrastrutture ha aggiunto le linee ferroviarie settentrionali al cosiddetto programma ERTMS per introdurre il sistema di sicurezza europeo. “Abbiamo fatto pressioni a lungo per far parte di quel programma”, dice una Fleur Gräper (D66) a nome della provincia.

Il sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS), spiega RTV è lo standard internazionale per la protezione dei treni: il sistema ERTMS è integrato nei treni e nell’infrastruttura del binario. Di conseguenza, la sicurezza del binario diventa digitale.

Il sistema di sicurezza digitale sostituisce il sistema analogico ed è un meccanismo sicuro: si basa sui treni più pesanti disponibili e mira a garantire frenata e distanziamento tra i convogli, grazie ad un sistema digitale. Con questo sistema di sicurezza ferroviario europeo, i treni possono viaggiare in modo molto più efficiente, spiega Gräper. E questo significa che la circolazione automatizzata dei treni può essere ulteriormente estesa.

Il governo sta investendo sessanta milioni di euro nella sicurezza ferroviaria, ma poiché anche i treni devono essere adattati, servono soldi anche dalle province. Groningen mette sul tavolo venti milioni, il Friesland dieci milioni.

Secondo Gräper. “Ci offre vantaggi molto importanti: in futuro saremo in grado di attraversare il confine più facilmente, perché è un sistema europeo e possiamo guidare a una frequenza maggiore senza dover costruire nuove infrastrutture.

Il sistema ERTMS si trova già su circa il 10% del sistema ferroviario NL, tra cui Betuweroute, Havenspoorlijn, High-Speed ​​Line-South, Hanzelijn e Amsterdam-Utrecht.