Undici persone che hanno preso parte a una protesta dei boeren a casa della ministrq Van der Wal a fine giugno devono oggi in tribunale a Zutphen, dice NOS. Sono accusati di violenza e atti di vandalismo.

La prima protesta a casa della ministra, il 10 giugno, è stata pacifica. Van der Wal ha quindi parlato con gli agricoltori, che si erano recati a casa sua con i trattori per manifestare contro i piani sull’azoto. Alla fine di giugno, una seconda protesta di contadini a casa di Van der Wal è sfuggita di mano: i manifestanti hanno sfondato un cordone di polizia e hanno distrutto un’auto degli agenti. Il filmato della protesta mostra poliziotti che fuggono e manifestanti che lanciano paglia in un’auto della polizia. Hanno anche svuotato un serbatoio di liquame vicino alla casa di Van der Wal. Non sarebbe stata a casa durante la protesta, ma la sua famiglia sì.

La polizia ha diffuso le immagini della protesta, con l’obiettivo che i responsabili si facessero avanti. Alla fine in undici  si sono costituiti e dieci di loro compariranno oggi in tribunale. Il processo contro l’undicesimo indagato, che è minorenne, sarà ascoltato a porte chiuse alla fine del pomeriggio.