Arrestate 400 persone per le proteste di giugno all’Aia dei negazionisti contro le restrizioni covid. Due uomini condannati al carcere e a lavori sociali.

Gregor K. 34 anni, è stato condannato a tre mesi di prigione. In un video si vede l’uomo dare un calcio in faccia a un’ufficiale della polizia. K. ha confessato dicendo di rimpiangere di averla colpita.

L’altro coinvolto, Leon den H., 20 anni da Rotterdam, è stato condannato a 180 ore di servizi alla comunità. Ha anche una sentenza sospesa di prigione per un mese.

L’accusa è di aver danneggiato barriere stradali e aver lanciato lattine di birra contro la polizia. “Non lo farò di nuovo. Essere catturato in quel modo non è stato intelligente”. Le proteste all’Aia non sono finite a giugno: durante l’estate ce ne sono state altre, con conseguenti arresti.

In questi giorni un totale di 13 sospettati sono convocati in polizia. Il giudice ha descritto la piazza di giugno come “un campo di battaglia”. Lo scorso giugno, quasi un migliaio di persone si sono radunate all’Aia per manifestare contro le restrizioni imposte dal governo di fronte alla pandemia di covid-19. Quel giorno sono state arrestate 425 persone.