Via la pagina FB e uno scarno comunicato su un blog aperto ad hoc informano che la protesta per i due minuti di silenzio è conclusa: “Il nostro messaggio ha avuto un grande impatto, il nostro obiettivo è stato raggiunto”, ha detto il portavoce Rogier Meijerink di     #Geen4MeiVoorMij.

Nel messaggio se la prendono con il Comitato Nazionale 4 e 5 maggio e con la loro “gerarchia coloniale” che ignora i milioni di vittime causati dall’Olanda durante la guerra.

Nel concludere il comunicato, il gruppo # Geen4MeiVoorMij ringrazia l’attivista che ha portato avanti la loro rivendicazione.