The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Protesta dei boeren, ministra indaga sugli effetti dei nuovi piani alimentari

La ministra dell’Agricoltura Carola Schouten chiederà agli esperti di esaminare i possibili effetti sulla salute derivanti dalla riduzione delle proteine ​​nell’alimentazione degli animali, in risposta alle “preoccupazioni nel settore”, ha affermato in una lettera al parlamento. “La salute degli animali è un punto di partenza per me, e non dovrebbe essere modificato. È per questo che capisco le preoccupazioni che gli agricoltori nutrono al riguardo”, ha affermato la ministra.

Schouten prevede di vietare l’aggiunta di proteine ​​ai mangimi da settembre. Gli allevatori aggiungono proteine ​​ai mangimi per bestiame sotto forma di concentrati, ma questo tipo di alimentazione comporta anche il rilascio di più azoto da parte dei bovini. Il governo sta cercando di ridurre le emissioni di azoto in modo che ci sia più spazio per la costruzione di case e strade. Gli agricoltori hanno protestato contro questa misura per più di una settimana, bloccando autostrade e centri di distribuzione, presentandosi a casa di un attivista ambientale con i loro trattori e costringendo Schouten a interrompere una visita di lavoro in Zelanda.

Secondo gli allevatori, questa misura va a scapito del benessere degli animali. Schouten rimane convinta che gli allevatori nutrano il bestiame con più proteine ​​del necessario. “Le proteine in eccesso non vengono assorbite dall’animale, ma vengono emesse sotto forma di ammoniaca. Questo è ampiamente approvato nel settore e nella scienza”, ha detto nella sua lettera al parlamento. Ma date le preoccupazioni degli allevatori, chiamerà degli esperti ad indagare sulla questione. “Se ciò dimostra che sono previsti ulteriori rischi per la salute degli animali, adeguerò di conseguenza il regolamento.”