NL

NL

Protesta ambientalisti: il “daspo” a tre attivisti XR era illegittimo

A tre attivisti per il clima è stato erroneamente imposto un divieto “daspo”, quindi divieto di partecipare al corteo, da parte del Pubblico Ministero durante la protesta presso l’Utrechtsebaan conclusa con il blocco della A12 a L’Aia. Lo ha stabilito il tribunale dell’Aia: i tre avevano solo invocato il blocco del tratto stradale ma il fatto che fosse la prima volta, non rende l’attività un reato, dice NOS.

Ad altri cinque attivisti di Extinction Rebellion detenuti è stato, al contrario, giustamente imposto questo divieto perché in precedenza avevano chiesto altri blocchi dell’autostrada, dice il portale. In pratica, la “serialità”  dell’azione rappresenta la differenza tra un reato oppure no.

In quell’occasione 768 persone sono state arrestate durante la protesta per il clima: allora, il collettivo Extinction Rebellion aveva invitato le persone a recarsi a L’Aia per protestare contro i sussidi governativi per i combustibili fossili come petrolio, carbone e gas.  

SHARE

Altri articoli