Una giornalista francese è stata trattenuta in custodia cautelare nei Paesi Bassi per tutto il week end dopo essere stata arrestata presso il Tribunale dell’Aia .

Florence Hartmann, già corrispondente del giornale francese Le Monde e portavoce dell’ICTY, lo stesso tribunale che l’aveva condanata, è stata fermata lo scorso week end presumibilmente per non aver pagato una multa di 7.ooo euro. La sentenza dalla corte era arrivata dopo aver rivelato in un libro che l’ICTY aveva omesso informazioni sul massacro di Srebrenica del 1995 dalla Corte Internazionale di Giustizia, anch’essa situata all’Aia.

La multa è stata convertita in sette giorni di carcere dopo che l’ICTY  ha affermato di non aver ricevuto il pagamento. Secondo il Guardian, l’Hartmann è stata avvicinata dalla polizia fuori dal tribunale giovedì, dove le persone stavano aspettando il verdetto per Radovan Karadzic.

“I manifestanti hanno tentato ci circondarla per impedire che fosse arrestata, ma più tardi la polizia è riuscita a catturarla, portarla all’interno del tribunale e trascinarla attraverso la lobby” scrive il Guardian.

Il suo avvocato, Guénaël Mettraux, ha affermato al giornale: “Florence è isolata, totalmente segregata: le luci sono accese 24 ore al giorno ed è controllata ogni 15 minuti”.

La Hartmann è ancora trattenuta nelle celle del tribunale, che ha confermato la sua detenzione in un comunicato il 24 marzo, ma il suo avvocato ha fatto sapere alla BBC che il rilascio è previsto per la serata di oggi martedi 29 marzo.