Se non verranno effettuati investimenti sostanziali per la protezione della rete ferroviaria olandese dai cambiamenti climatici, le conseguenze saranno avvertite sotto forma di ulteriori interruzioni del traffico ferroviario nel prossimo futuro, dice ProRail. Soprattutto il caldo estremo e le forti piogge possono causare problemi, hanno detto a Trouw Onno Hazelaar e Stefan Jak di ProRail.

“Le condizioni meteorologiche estreme diventeranno normali in futuro”, ha detto Hazelaar. E i binari non sono pronti: secondo ProRail, è necessario almeno un miliardo di euro per rendere le infrastrutture resistenti a forti piogge e calore. E anche con questo investimento, il paese sarebbe tutt’altro che a posto.

I giorni estremamente caldi possono causare l’espansione del metallo e ciò può portare alla deformazione delle rotaie, ha detto Hazelaar. “Possono sorgere problemi anche con i ponti ferroviari.” I condizionatori d’aria sui treni dovranno fare gli straordinari, il che può causare un sovraccarico sull’impianto elettrico. Il rischio, insomma, è che a guasti seguano altri guasti e altre interruzioni.

Tale cambiamento climatico porterà ad un aumento del numero di disagi secondo il gestore delle ferrovie. Ma quanto sarà grande questo aumento dipende dai politici e quanto decidono di investire per rendere stabili le infrastrutture: “Se vuoi affrontare 7 mila chilometri di rete ferroviaria, è un bel po ‘. Ma se non fai nulla, il numero di interruzioni aumenterà.”