The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Pronto l’investimento di 20 milioni in un’azienda di Eindhoven che produce chip

Il governo olandese ha investito 20 milioni di euro nella società Smart Photonics di Eindhoven per assicurarsi che l’azienda rimanga nei Paesi Bassi, ha confermato ai parlamentari il ministro delle Affari economiche Mona Keijzer. L’azienda produce chip che funzionano in base alla luce anziché con l’elettricità, il che significa che possono elaborare i dati più rapidamente e utilizzare meno energia.

L’investimento consentirà alla società di aumentare la produzione dei chip, ha dichiarato la società in una nota. La Smart Photonics era alla ricerca di investimenti dall’anno scorso, ha riferito in precedenza il Financieele Dagblad. Keijzer ha informato i parlamentari di essere venuta a conoscenza dell’interesse asiatico alla fine dello scorso anno e ha deciso di investire direttamente nella società per assicurarsi che rimanga nei Paesi Bassi e i suoi fornitori. L’azione si adatta anche alla richiesta della Commissione europea agli Stati membri di agire contro “sviluppi indesiderabili” in alcuni mercati.

I chip fotonici sono considerati un’industria chiave strategica. In totale, Smart Photonic ha raccolto da 35 a 40 milioni di euro, alcuni dei quali provengono anche da KPN. “È necessaria una nuova generazione di circuiti integrati fotonici in grado di trasportare i dati più rapidamente, essere economici e più sostenibili, al fine di tenere il passo con l’immensa quantità di dati generati a una velocità molto elevata promuovendo tecnologie come l’IoT, AI, realtà aumentata e guida autonoma”, ha dichiarato Samir Ahmad, responsabile degli investimenti presso KPN Ventures.