Stando a quanto ha riportato il Telegraaf oggi, martedì 13 settembre, la polizia olandese ha annunciato la schedatura di turchi-olandesi vicini al movimento separatista curdo PKK.

L’organizzazione è nella lista ufficiale europea delle organizzazioni terroristiche e la polizia al momento è a conoscenza di una serie di incontri segreti tra il movimento e i comunisti appartenenti al DHKP-C. Alcuni sono seriemente preoccupati che il personale di polizia olandese di origine turca possa trasmettere le informazioni ad Ankara, dove la scorsa settimana è stato intensificato il controllo sugli attivisti del PKK.

Ad ogni modo un portavoce della polizia di Amsterdam ha segnalato al Telegraaf che tutto il personale ha molta fiducia nelle conseguenze positive dell’inasprimento normativo.
Va sottolineato che, dopo il tentativo di colpo di Stato nel Paese sono stati moltissimi i rifugiati di nazionalità turca che hanno avanzato domanda di protezione internazionale in Olanda.

Una serie di servizi per l’Immigrazione mostrano come lo scorso Agosto sia salito a 63 il numero di richiedenti asilo turchi, la cui cifra va comparata a 46 durante tutto il 2015.