NL

NL

Processo omicidio De Vries, i sospetti avevano armi in auto quando sono stati arrestati

I due uomini sospettati dell’omicidio di Peter R. de Vries avevano con loro l’arma del delitto quando sono stati arrestati, si è scoperto oggi in tribunale. Delano G. si e; avvalso della facolta’ di non rispondere, l’altro nega ogni coinvolgimento nel caso. Tuttavia, il Pubblico Ministero ha fornito una ricostruzione dettagliata, dice NOS.

Entrambi gli uomini erano presenti oggi in aula: Delano G. basso e con una barba folta, Kamil E. un uomo tarchiato e con  tatuaggi fino al collo. Quest’ultimo, cittadino polacco, si e’ avvalso di un interprete.

Tuttavia, la presunta arma del delitto , una pistola, era in macchina con i due sospetti quando sono stati arrestati. Proprio come una borsa con una mitragliatrice – con sopra il DNA di entrambi i sospetti – e una bottiglia di plastica di benzina, presumibilmente destinata a dare fuoco all’auto, dice NOS.

Oggi, Kamil E. mi ha detto che il giorno prima dell’omicidio gli era stato chiesto di portare via qualcuno. “Ho chiesto se fosse qualcosa di illegale, ma mi hanno detto di non preoccuparmi”. Non era chiaro chi gli avesse chiesto di guidare. Kamil E. ha affermato di non conoscere il suo passeggero Delano G. e ha detto che anche altri due sconosciuti si erano recati ad Amsterdam.

Ma secondo l’OM, ​​anche Kamil E. ha effettuato una ricognizione preliminare. La polizia ha visto nelle immagini di sorveglianza che stava osservando Peter R. de Vries camminare verso la sua macchina più di una settimana prima dell’omicidio.

“Tutto era ben preparato, eseguito secondo i piani e l’obiettivo era noto”, ha detto il pubblico ministero. Secondo la Procura, è chiaro che i due indagati hanno eseguito l’omicidio insieme. Le prove consistono in dichiarazioni di testimoni oculari, immagini di telecamere, tabulati telefonici e tracce.

Gli uomini, stando alla ricostruzione, hanno attraversato insieme  Leidsedwarsstraat e poi sono tornati all’auto, dove Delano G. si e’ cambiato d’abito e si e’ allontanato da solo. Poco prima delle 19:30, è passato il giornalista di cronaca nera e due testimoni avrebbero visto la sequenza dello sparo. Dopo aver fatto fuoco, Delano G. sarebbe tornato di corsa a Prinsengracht e sarebbe tornato in macchina con Kamil E..

Grazie ai testimoni e ai filmati delle telecamere di sorveglianza, la polizia è riuscita a rintracciare rapidamente l’auto in fuga.

Sia Delano G. che Kamil E. rimarranno in carcere per il momento.

SHARE

Altri articoli