The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Processo disastro aereo MH17, segrete le identità dei 13 testimoni

Source: Pixabay

Il processo per il disastro aereo dell’MH17 si svolgerà con le identità dei 13 testimoni al processo segrete a causa dei rischi che potrebbero incorrere. I testimoni hanno il diritto alla protezione e l’udienza potrebbe minacciare la loro incolumità, ha affermato Nieuwsuur. Convocati per il processo in tribunale quattro sospettati, tre russi e uno ucraino,. Tutti hanno avuto un ruolo chiave nell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk dove è stato sparato il missile Buk.

È improbabile che i quattro sospettati, accusati di omicidio colposo, si presentino in tribunale. I quattro controllavano gli spostamenti del missile e coordinavano il personale tramite telefono. Hanno dato informazioni precise sulla posizione da cui il missile sarebbe dovuto partire, affermano i documenti del Pubblico Ministero. La prima udienza si svolgerà il 9 marzo nell’aula di massima sicurezza del tribunale dell’aeroporto Schiphol.

298 persone sono morte a bordo del volo MH17 abbattuto da un missile il 17 luglio 2014 nell’Ucraina orientale. I due terzi dei passeggeri del volo da Amsterdam a Kuala Lumpur erano olandesi. Nel 2016 l’indagine ufficiale ha affermato che l’aereo è stato abbattuto da un missile BUK controllato da combattenti filo-russi. I russi contestano che i responsabili sono ucraini.

Il volo MH17 della Malaysia Airlines da Amsterdam a Kuala Lumpur è stato abbattuto mentre sorvolava la zona orientale dell’Ucraina il 17 luglio 2014. 298 persone, tra cui 196 olandesi, sono morte. A giugno 2019 l’ente investigativo (JIT) ha annunciato il processo inizierà il 9 marzo 2020 e durerà un anno circa. Igor Girkin, Sergey Dubinskiy, Oleg Pulatov e l’ucraino Leonid Kharchenko sono sospettati di aver fatto partire il missile che ha abbattuto l’aereo. Saranno perseguiti legalmente per lo schianto dell’aereo e per la morte di tutte le persone a bordo. Fonti dell’intelligence affermarono che i separatisti filo-russi avevano abbattuto l’aereo utilizzando un missile terra-aria Buk lanciato dal territorio sotto il loro controllo.