The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

RIGHTS

Processo all’industria del tabacco: il caso olandese si estende al mondo

Il caso olandese raccoglie sostenitori in tutto il mondo, nel mirino quattro grandi aziende manifatturiere mondiali

Avvocati di 17 paesi in tutto il mondo stanno intraprendendo la causa, avviata già lo scorso anno da un gruppo di legali olandesi nei confronti dell’industria del tabacco per tentato omicidio e/o danneggiamento aggravato.

L’azione legale è stata avviata dopo l’incontro tenutosi a Ginevra tra diverse organizzazioni anti-tabacco. Tra i paesi presenti non figuravano Germania e Svizzera.

L’avvocato Benedicte Ficq e il medico Wanda de Kanter hanno chiarito la strategia e l’approccio legale attualmente già in atto nei Paesi Bassi: insieme all’associazione per la lotta al cancro KWF e alla paziente Anne Marie van Veen, colpita da un cancro ai polmoni, gli avvocati hanno già proceduto ad intentare causa a quattro aziende produttrici di tabacco.

Le accuse: tentato omicidio colposo, tentato danneggiamento aggravato con premeditazione, tentato e deliberato attacco alla salute con premeditazione e falsificazione.

“Ogni anno muoiono 20.000 fumatori. Non è normale che l’industria del tabacco continui indisturbata”, queste le parole dell’avvocato Ficq ad RTL all’apertura del processo. Philip Morris International, British American Tobacco, Japan Tobacco International e Imperial Tobacco Benelux le quattro multinazionali alla sbarra.