La scorsa settimana, l’Autorità palestinese (PLO) ha accolto con soddisfazione la notizia che il Pubblico Ministero della Corte Internazionale de l’Aja, Fatou Bensouda, ha riaffermato la sua posizione sulla Palestina, ripetendo che l’ICC ha giurisdizione sui casi sottoposti, ha riportato alla Wafa News Agency, inclusa Gerusalemme dell’Est. 

“Il Pubblico Ministero rimane dell’opinione che la Corte abbia giurisdizione sul territorio palestinese occupato”, ha scritto Bensouda in un documento di 60 pagine.  Secondo il portale conservatore israeliano, Times of Israel, la posizione della Bensouda potrebbe aprire la strada a un’indagine su presunti crimini di guerra commessi in Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme est.

Mentre il Ministro per gli Affari Esteri Palestinese Riyad Al-Maliki ha accolto la posizione di Bensouda, il Ministro dell’Energia Israeliano Yuval Steinitz, che guida per il governo neo-insediato il file relativo alla Corte di Den Haag, l’ha accusata di aver fabbricato la sua posizione basandosi su falsa propaganda derivante dal suo odio per Israele. 

“Sono costretto a concludere che l’ultima posizione della procura continua a sposare la sua tipica posizione anti-israeliana, influenzata dall’Organizzazione per la cooperazione islamica e dal movimento globale BDS [Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni]”, ha detto Steinitz al Times of Israel.