Se Diederik Samsom venisse  eletto di nuovo leader dei laburisti (PvdA), attuale partner di minoranza del governo, il partito sarà destinato all’irrilevanza. Lo ha detto il vice premier e candidato Lodewijk Asscher durante il primo dibattito per la corsa alle primarie del partito. Secondo lui, senza un cambio al vertice, sarà un vantaggio per il leader PVV Geert Wilders e per il premier liberale Mark Rutte.

Asscher ritiene che l’attuale clima politico richieda un diverso tipo di leadership. “Molti elettori ci hanno abbandonato pur condividendo i nostri ideali: equità e attenzione alle tematiche sociali”, ha detto al quotidiano Nu.nl

L’elezione della leadership PvdA è contesa tra Asscher e l’attuale leader Diederik Samsom. Samsom ha concentrato la sua parte del dibattito sulla sua forza,  sottolineando  le debolezze di Asscher. Secondo Samsom, l’esperienza accumulata come leader del PvdA ne farebbe la scelta naturale: “Io sarò l’ultimo a dire che è stato facile, ma ho dato tutto me stesso, e con risultati visibili: l’Olanda sta crescendo di nuovo.”, ha detto a nu.nl

Samsom ritiene che il PvdA ha bisogno di un leader non focalizzato solo sui temi economici “Le persone si aspettano più politica. Il PvdA è stato gestito da troppi tecnici”, ha detto. Secondo il leader uscente, il partito deve prendere di più le parti dell’elettore anche sacrificando accordi di coalizione; su questo, ha concluso Samsom, tanto lui quanto il rivale alla guida del partito, avrebbero dovuto fare di più.

I dibattiti per la corsa alla leadership del PvdA, proseguiranno il 19 novembre a Tilburg, il 26 novembre a Groningen e il 3 dicembre ad Amsterdam. I membri PvdA voteranno chi diventerà il nuovo leader. I non membri possono votare pagando una quota di 2euro che consente di accedere ad una membership temporanea.

La più grande critica alle primari del PvdA è che non c’è molta scelta tra i candidati, essendo  Asscher e Samsom due nomi già noti, dice il portale NU.nl. Come leader del partito e ministro nel governo Rutte, entrambi sono responsabili della pesante perdita di consenso degli ultimi 5 anni.

 

.