Dal I giugno, data di entrata in vigore della possibilità di ottenere test da parte di chiunque lamenti sintomi, gli operatori sanitari hanno effettuato quasi 50.000 tamponi, scrive NU.nl

Di questi test, circa 1.000 sono risultati positivi, ha detto Sjaak de Gouw al talk show Op1. In totale, sono stati prenotati 59.000 test e di questi il 2% ha dato esito positivo. Il risultato sarebbe in linea con le aspettative di un margine tra il 2% e l’8%.

Nei programmi precedenti di test, il 17% dei residenti in case di riposo e il 5% degli insegnanti sono risultati positivi, ha affermato De Gouw. La hotline nazionale per richiedere un tampone è stata aperta il 1 giugno ed è stata immediatamente inondata di chiamate. Tuttavia, circa 90.000 persone saebbero riuscite -effettivamente- a fissare un appuntamento mentre altri avrebbero continuato per giorni nel tentativo di prendere la linea.

E come se non bastasse, la linea già intasata è spesso utilizzata da persone che telefonano solo per avere un’informazione, soprattutto sulla possibilità di viaggiare all’estero.