The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Pride Amsterdam, Canal Parade con polemica. Gruppi di attivisti contro il “pink washing”: per le multinazionali è solo marketing

Le magliette speciali stampate da Hema, ad esempio, sono prodotte in Bangladesh dove l'omosessualità è reato

Le società olandesi hanno fatto a gara per celebrare l’Amsterdam Pride, oggi giunto alla marcia conclusiva, che chiude una settimana di eventi con la celebre “Canal Parade”. Hema, Smullers, la banca ING, l’hotel W, Shell e tante altre compagnie e multinazionali hanno abbracciato con entusiasmo la causa LGBTIQ. Ma hanno, davvero, abbracciato con entusiasmo la causa?

Secondo un gruppo di attivisti, che oggi hanno protestato contro la virata eccessivamente commerciale dell’evento, contestano tanto i nomi presenti (Shell e ING in testa) molti dei quali accusati di violazioni dei diritti umani. 

Stando al Parool, le società pagherebbero 30.000 euro per una barca nella Canal Parade, un evento che attira circa 500.000 persone ogni anno. Secondo molti, acquisire uno spot in un luogo ben visibile come la festa sul canale è un’operazione di marketing molto efficace.

Se l’organizzazione del Pride rimanda le accuse al mittente, Frits Huffnagel, presidente del comitato organizzatore, respinge le critiche. “L’evento dura nove giorni e costa 1 milione di euro”, ha affermato. “Non è solo per la parata in barca, ma per tutti gli eventi” ha detto al quotidiano finanziario. Il consiglio comunale contribuisce con € 250.000 e il resto, dice Huffnagel , deve essere trovato dall’organizzazione stessa.

Secondo Bob Fennis, docente a Groningen, le aziende sono interessate a “farsi vedere” al Pride per poter associare i loro prodotti ad una buona causa. Un’iniziativa molto economica, sul piano dei rischi, perchè la società olandese accetta ampiamente l’omosessualità.

E il giornale sottolinea diverse incongruenze dell'”iniziativa umanitaria” del Pride: le magliette speciali stampate da Hema, ad esempio, sono prodotte in Bangladesh dove l’omosessualità è reato. 

 

 


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!