Il prezzo sul mercato europeo del gas stamattina è sceso a 150 euro, il livello più basso da oltre tre mesi. A fine agosto un megawattora di gas costava ancora circa 350 euro.

Il fatto che il prezzo del gas sia ora in calo è principalmente dovuto al fatto che le scorte sono state riempite, afferma l’economista Hans van Cleef (ABN Amro), a NOS.

“Il riscaldamento viene solitamente accesa ad ottobre. Ma fuori, oggi, fa ancora abbastanza caldo. A causa del prezzo elevato, i consumatori ci pensano tre volte prima di accendere il riscaldamento”.

La minor domanda di gas ha influito anche sul prezzo che diminuisce. Se questa tendenza continuasse, anche i consumatori a casa potrebbero accorgersene, pensa Van Cleef. “Il tetto sul prezzo arriverà a gennaio, quindi i consumatori pagheranno comunque meno”.

Ci sono, tuttavia, una serie di fattori incerti quando si tratta di prezzi del gas. Van Cleef: quali temperature questo inverno? Come andra’ la guerra in Ucraina? Nonostante i segnali di ottimismo, il prezzo del gas è ancora otto volte superiore alla media tra il 2015 e il 2020. a i paesi produttori di petrolio hanno annunciato che avrebbero prodotto meno. Una minore offerta fa salire il prezzo”.