Gerrit van de Kamp, presidente del sindacato di polizia ACP, non si è reso responsabile di molestie o alcun comportamento discutibile, ha dimostrato un’indagine interna alla politie, il cui esito è stato pubblicato mercoledì. L’ACP ha chiesto scusa a Van de Kamp, che riprenderà il suo lavoro, dice NU.nl

Van de Kamp si è dimesso dalle sue funzioni a metà febbraio dopo due segnalazioni anonime e il sindacato ha incaricato un’agenzia indipendente di svolgere ulteriori indagini.

I membri sono stati informati mercoledì mattina del verdetto e il consiglio ha espresso fiducia in Van de Kamp come presidente dell’ACP. “Il consiglio dell’associazione offre a lui e alla sua famiglia, così come ai colleghi dell’organizzazione del lavoro e ai numerosi volontari su cui l’associazione fa affidamento, le sue scuse per il processo in corso”.

Il consiglio di amministrazione ha concordato con Van de Kamp di lavorare su un modo diverso di gestire e guidare l’associazione.   Il sindacato afferma, insieme a Van de Kamp, che esplorerà standard e valori  “desiderabili per avere un’atmosfera di lavoro sana, sicura e piacevole per tutti”.

ACP è il più grande sindacato di polizia nei Paesi Bassi.